Politics

Cinema

                                                                       CINEMA

 

La parola cinema  ha le sue origini dall’ apocope del termine francese Cinématographe (dal greco antico κίνημα / kínēma, "movimento" e γράφειν / gráphein, "scrivere" dunque "scrivere in movimento"),

che corrisponde al nome che i fratelli Louis e Auguste Lumière inventori  dello strumento di proiezione gli diedero , proprio per sottolineare la fondamentale e valida utilità della dinamica  delle immagini adoperate per la proiezione .

La prima proiezione pubblica riconosciuta come la data della nascita del cinema risale al 28 dicembre 1895 , quando i fratelli Lumière riproducono il primo cortometraggio della storia del cinema , denominato cinema primitivo .

La storia del cinema è costellata da invenzioni sempre più tecnologiche che nel tempo sviluppano complesse e articolate  grandi scoperte e evoluzioni , infatti si passa dai  primi film cinematografici che erano muti , bianco nero , schermo quadrato , con cinepresa a manovella all’introduzione del sonoro , del colore , e alla macchina da presa di avanzata tecnologia ovvero dalla pellicola analogica a quella digitale .

La parola cinema é polisemica ovvero può designare o l’arte filmica o l’arte tecnica di ripresa  o ancora la sala , in cui vengono proiettati i film . In base alla durata i film vengono suddivisi in : cortometraggio per una durata non superiore ai 20 minuti ; mediometraggio dai 30 ai 50 minuti ; e il più diffuso è il lungometraggio di una durata superiore ad un‘ora .

Nel tempo i racconti dei film incominciano a delineare diverse categorie di generi che si distinguono in :

commedia in cui l’aspetto fondamentale è l’ironia ;

melodramma  in cui prevale la tristezza c’è assenza di umorismo ma il tutto ruota attorno al tema dell’amore ;

il thriller , il genere fantasy incentrato sulla missione , il viaggio , la battaglia e la vittoria sempre e comunque ; fantascienza ovvero il genere fantasy con l’aggiunta di tecnologia e la commistione di più generi ; l’horror , il western , i musical , film d’ animazione , azione , documentari .

Sin dalle origini i film vengono proiettati in una sala cinematografica che può stare al chiuso o all’ aperto come per esempio durante l’ estate ; uno dei primi esempi di cinema all’aperto risale ai primi anni 20 del 900 quando si assiste all’exploit del cinema all’aperto nei drive-in ovvero i posti a sedere degli spettatori erano nelle macchine appositamente allestite per la visione dello spettacolo ai lati infatti erano disposti gli altoparlanti ,questa moda nasce e si diffonde rapidamente dapprima negli Stati Uniti d’America nel 1921 per poi estendersi negli anni ‘50 anche in Europa e nel resto del mondo .

La fotografia cinematografica svolge un ruolo fondamentale nella produzione di un film  in quanto determina non solo l’aspetto estetico e l’immagine  del film finale , attraverso locandine per esempio ma soprattutto è importante perché trasmette la carica emotiva di una scena attraverso l’inquadratura più o meno ravvicinata o un primo piano sul volto dell’attrice o attore . La fotografia attraverso il racconto per immagini utilizza un linguaggio che è parte integrante del linguaggio cinematografico . La pellicola cinematografica infatti è la successione di tante immagini impresse sulle pellicola stessa e riprodotte ad una velocità di almeno 16 fotogrammi al secondo che conferisce movimento all’immagine creando appunto l’impressione di stare di fronte a qualcosa di reale e vero . Il film parte da un’idea brillante e originale che piano piano viene trasformata e sviluppata fino a diventare film e pronta per la visione al cinema .

Il film infatti è un prodotto che esce da una " catena di montaggio ", dove gruppi di collaboratori lavorano insieme e uniti , in una successione ordinata per raggiungere tanti obbiettivi comuni che portano alla realizzazione produzione , proiezione e successo del loro lavoro che si esplica e si realizza con/per/nel film visibile  nei cinema .

 

 

 

Il cinema è il nastro dei sogni ( Orson Welles )

Televisione

TELEVISIONE


Il termine “ televisione “ entra in uso nel 1931 con la parola inglese “ television “ , coniata dal prefisso greco “ tele “ che vuol dire “ a distanza “ e dal vocabolo latino “ video “ “ vedere “ , ovvero indica il sistema che permette di vedere trasmissioni di contenuti visivi ( come immagini ) e contenuti sonori ( come canzoni per le sigle , dialoghi ,…) a distanza attraverso onde radio o via cavo , fruibili in diretta oppure posticipate , a utenti collocati in aree geografiche di varie parti del mondo e in tutto il mondo poiché dotati di apparecchi elettronici chiamati televisori. Il termine televisione fu stabilito il 10 marzo 1947 durante la conferenza mondiale delle radiocomunicazioni di Atlantic City in cui parteciparono i delegati di 60 nazioni ,che stabilirono anche il termine abbreviato TV .
Il primo televisore venne costruito dall’inventore scozzese Jhon Logie Baird agli inizi degli anni trenta del millenovecento destinato , solo in principio , ad un pubblico facoltoso che dal 1929 poteva guardare le prime trasmissioni televisive divulgate dalla BBC ( British Broadcasting Company nata nel 1922 divenuta la più grande e autorevole società radiotelevisiva dell’Inghilterra con sede a Londra ) .
In Italia vengono trasmessi i primi servizi televisivi e radiofonici nel 1954 grazie alla RAI
( Radiotelevisione Italiana ) , in regime di monopolio pubblico e sotto il controllo del governo .
La messa in onda dei primi programmi televisivi era un servizio divulgato in alcune fasce orarie del giorno generalmente nel pre-serale per permettere agli italiani di svolgere i propri doveri giornalieri quali lo studio , il lavoro o il riposo (TV festiva ) ; con il passare del tempo si passa a una concorrenza di programmi trasmessi in tutte le ore del giorno (TV feriale) e dal monopolio si passa al duo polio con il subentro di Fininvest ( poi Mediaset ) e con nuovi canali e reti televisive private , si passa dunque dal raro evento televisivo sempre tanto atteso ad una vasta scelta di programmi e canali. Inizialmente era importante il gradimento dei programmi che venivano realizzati , prodotti e divulgati, oggi invece il fattore che viene tenuto in maggior considerazione è rappresentato dagli indici di ascolto che stabilisce appunto in un mercato fortemente concorrenziale il gradimento massimo o migliore/i . All’origine la forma del televisore era dalle dimensioni imponenti , in legno ,le immagini erano in bianco e nero ( fino agli anni ’70 anno in cui giunge il colore ) e la visione era collettiva : cinema o luoghi di aggregazione . Siamo a metà degli anni ’50 e in Italia si vive il boom economico : produttività e ricchezza crescono velocemente , i centri urbani si popolano le abitudini e gli stili di vita degli italiani migliorano notevolmente grazie anche alla nascita e allo sviluppo della televisione definita come una finestra sul mondo che permette di diffondere immagini e saperi fino ad allora ignorati e sconosciuti a tutti e per tutti e la televisione diventa parte integrante della vita familiare . Si parlano ancora tante lingue locali , i dialetti , dovuto alla forte analfabetizzazione , nasce così il bisogno patriottico e morale di unire l’Italia anche da questo punto di vista , così la televisione assume il fondamentale ruolo pedagogico , culturale e unificatore attraverso la divulgazione della lingua italiana con lezioni impartite da veri insegnanti , permettendo così a tutti gli italiani di sentirsi veramente italiani . Il primo programma educativo fu realizzato con la collaborazione del Ministero della Pubblica Istruzione e curato dai maestri Alberto Manzi e Carlo Piantoni dal titolo “ Non è mai troppo tardi “ che insegnano agli italiani a leggere e a scrivere ,almeno fino al 1968 anno in cui aumenta la frequenza alla scuola dell’obbligo . La trasmissione ebbe l’enorme merito di alfabetizzare oltre un milione e mezzo di italiani al punto che l’idea piacque così tanto che il programma venne realizzato e prodotto in ben altri 72 paesi del mondo . La televisione diventa un fenomeno di portata storica sociale . E’ il medium di comunicazione più conosciuto e adoperato al mondo e se usato correttamente può essere uno strumento di enormi capacità educative e positive basta anche semplicemente pensare all’aggiornamento continuo e costante di tutte le novità che accadono nel mondo . La televisione ha permesso è permette anche di sognare di dare spazio alla fantasia ma anche di realizzare alcuni sogni . La televisione trasmette programmi divertenti come le candid camera , programmi di servizio , scientifici ovvero informativi, istruttivi e culturali e tanti altri generi ancora , oggi di voga sono i reality show dunque la televisione è tra i mass.media ( mezzo di comunicazione di massa ) più importanti e versatile che esistano .

 

 

EU Parliament to host discussion on Ukraine-EU relations on Tuesday

Sed a velit vitae nunc porta iaculis. Aliquam tempus rutrum diam, non tincidunt odio pharetra vitae. Nulla facilisi. Duis sed laoreet dui. Duis a risus nec erat tincidunt feugiat. Cras dui velit, luctus vitae volutpat vitae, vestibulum vitae orci.

David Cameron's personal popularity has dropped to lowest rate

Sed a velit vitae nunc porta iaculis. Aliquam tempus rutrum diam, non tincidunt odio pharetra vitae. Nulla facilisi. Duis sed laoreet dui. Duis a risus nec erat tincidunt feugiat. Cras dui velit, luctus vitae volutpat vitae, vestibulum vitae orci.

Casting Cinema

AGENZIE SPETTACOLO MILANO


E’ noto che Milano oltre a essere la capitale della moda è anche insieme alla città di Roma il capoluogo nel mondo dello spettacolo in Italia , infatti le agenzie spettacolo Milano sono riferimento peculiare e opportunità tangibili come management degli artisti e per chiunque desideri realizzare la volontà di avvicinarsi al mondo dello spettacolo . Le agenzie spettacolo Milano si occupano di rappresentare e promuovere i propri artisti preoccupandosi di offrire loro opportunità di lavoro attraverso ingaggi con produzioni cinematografiche , televisive o con una casa di moda . Le agenzie di spettacolo Milano si contraddistinguono perchè beneficiano di ottima referenza , offrono indispensabili garanzie di professionalità e serietà , vantano una grande quantità di contatti e conoscenze all’interno dei settori di riferimento cinema , televisione , animazione , musica , danza , moda , e spettacolo nel senso più ampio , e non solo Milano vanta grandi marchi grandi nomi personaggi internazionali famosi e locali presi d’assalto perché frequentati da volti noti , insomma sono ben inserite , quindi garantiscono il contatto diretto con i referenti del settore molto spesso di lustro , che in molti casi affidano alle stesse agenzie incarichi di rilievo . Oggi il mondo dello spettacolo sembra vicino e facile da raggiungere , in realtà per diventare delle vere stelle oltre a doti naturali innate come il talento caratteristica peculiare occorre studiare tanto , essere caparbi e essere molto predisposti al sacrificio per ottenere grandi risultati e occorre passare attraverso le agenzie spettacolo Milano e Roma che fanno da tramite proponendo e promuovendo i propri artisti alle case di produzione , registi , stilisti e altro con cui collaborano . Le agenzie spettacolo Milano presenti sul territorio milanese sono numerose e si occupano di organizzare eventi , convegni , spettacolo , sfilate di moda , ricercano e selezionano artisti , collocano complessi di musica leggera e ballerini . Un tempo partecipare a un casting veniva considerata la grande occasione , oggi in virtù della stretta collaborazione tra case di produzione impegnate nella realizzazione di pellicole le agenzie spettacolo Milano che vengono appunto incaricate di selezionare nuovi volti per parti e ruoli specifici oppure di esaminare nelle loro banche dati quel volto che va bene le grandi occasioni sono tante . Milano inoltre offre buone opportunità per realizzare e concretizzare un’ottima formazione nell’ambito dello spettacolo in genere . L’agenzia di spettacolo Milano seria ha due possibilità di guadagno , e sono le uniche : richiede una percentuale per ogni lavoro procurato agli artisti che nell’ambito di cinema e televisione oscilla tra il 10 / 20 % mentre nella moda la percentuale richiesta sul cachet è più alta ; oppure l’agenzia spettacolo Milano guadagna da quello che rimane dal budget dato dal committente e non richiede in questo caso percentuali . Nel cinema e la televisione i committenti solitamente sono casting directors , gli aiuto registi , i registi , e gli autori dei programmi tv ; nella moda i committenti sono stilisti , fotografi e arts directors .I committenti sono coloro che realizzano un evento , uno spettacolo , sfilate e quant’altro e sono loro che hanno l’ultima parola e scelgono le figure richieste all’agenzia in base agli accordi stabiliti e ai meccanismi tra i medesimi .
Se il sogno è quello di diventare attore e recitare il consiglio è quello di iniziare una scuola subito dopo il liceo proprio perché si rischierebbe altrimenti di raggiungere un’età troppo matura per questo ambiente lavorativo e con poche esperienze invece , proprio all’inizio le prime esperienze sono fatte di tanti piccoli ruoli o parti che portano poi a poter interpretare la parte del protagonista . Occorre tenere presente che per recitare a teatro è fondamentale la recitazione , il coinvolgimento quindi l’emozione come feed back reciproco tra il pubblico e l’artista , invece per il cinema è fondamentale avere un volto che colpisce ovvero che “ buca lo schermo “ e trasmettere emozioni attraverso un viso espressivo ,lo sguardo , i movimenti e la voce . Per quanto riguarda il teatro bisogna mantenere i contatti con i registi incontrati e conosciuti durante la scuola invece per il cinema e la televisione bisogna fare affidamento a agenzie spettacolo Milano serie che svolgono appunto il compito di consigliare i giusti passi da fare per una brillante carriera e per valorizzare l’artista , provino e foto infatti vengono fatte girare tra i vari registi e arts directors e se il casting director riconosce nella foto o video provino la figura cercata inviati dall’agenzia spettacolo Milano allora leggerà anche il curriculum e contatterà l’artista in questione . Una strada può essere partecipare e vivere i vari set cinematografici o televisivi come comparsa in un film o come figurante o come pubblico in un quiz show televisivo per esempio , certamente importante è incominciare a frequentare e conoscere l’ambiente e prendere dimestichezza e confidenza .
L’attore può fare anche il doppiatore , prestando la propria voce a attori , personaggi dei cartoni animati , o documentari , la possibilità è quella di diventare la voce famosa di un personaggio altrettanto famoso . E’ un mestiere dietro le quinte ma è certamente un mestiere affascinante , difficile e prestigioso poiché non basta avere un’ottima dizione e una bella voce ma è fondamentale essere bravi attori per recitare le battute e la parte , quindi studiare e seguire una buona scuola di teatro , fare il corso di doppiaggio e affiancare i professionisti .
Di notevole importanza è anche la pubblicità per la quale non bisogna essere attori ma basta avere un viso espressivo e rassicurante capace di convincere con lo sguardo , un bel sorriso e un fisico adatto per girare le scene della pubblicità . L’agenzia spettacolo Milano occupandosi di management dei propri artisti associati e garantendo i contatti di importanti partners con cui collaborano offrono grandi possibilità a chiunque ne ha seriamente la volontà di vivere il / nel mondo dello spettacolo .

Subscribe to this RSS feed

Sections

Shows

Local News

Tools

About Us

Follow Us

×

Concediti un occasione

Una concreta onesta opportunità nel mondo dello spettacolo.

Check out our Privacy Policy & Terms of use
You can unsubscribe from email list at any time